30 giugno 2008

Gli aspetti dei Nodi Lunari


Ci indicano ciò che abbiamo acquisito in modo positivo, o al contrario i debiti karmici che abbiamo accumulato nelle varie esperienze. Indicano i talenti della persona e quale pianeta, sia per posizione, sia per casa, può aiutare il soggetto a portare avanti il programma previsto per la vita attuale. Si attribuisce un valore saturniano al Nodo Sud perché Saturno è il pianeta del tempo e dell’antichità.

Negli aspetti dei Nodi Lunari con i pianeti e con gli angoli del tema l’orbita di tolleranza non deve superare i 5° d’arco.


Pianeti in congiunzione con il Nodo Sud

Tanto più stretta è la congiunzione tanto più forte è l’indicazione karmica, senza che sia negativa: un lavoro che non è stato portato a termine. Le congiunzioni designano anche le persone che il soggetto aveva conosciuto nelle esistenze passate e che ora ritrova.

Sole: indica un padre, un marito, un protettore che già era stato tale in una vita precedente. Gli aspetti precisano in che modo è stata vissuta la relazione. Se è disarmonica e riceve aspetti negativi, il soggetto deve ancora apprendere una lezione in questo campo; se armonica, la conoscenza può essere utilizzata per progredire nella direzione indicata dal Nodo Nord.

Luna: indica una madre, moglie del passato, una figura femminile, che oggi ritorna nello stesso ruolo nell’esistenza del soggetto. La Luna indica anche la folla, può significare anche un’esistenza in cui il soggetto era noto al pubblico.

Mercurio: si ritrova un fratello, un cugino o un figlio di esistenze precedenti e certi atteggiamenti mentali del passato. Il soggetto può esser stato uno scrittore, un giornalista, un traduttore, un agente di collegamento tra gruppi, un commerciante o un medico. Il segno zodiacale ci indicherà in quale campo è stata esercitata l’attività e il dono della comunicativa. Se la congiunzione riceve aspetti cattivi, se ne può dedurre disonestà, immaturità, eventuali squilibri nervosi e malattie mentali.

Venere: le sorelle, le amanti, ritornano nella vita attuale. Il soggetto possiede una grande esperienza amorosa; l’arte della seduzione. Cattivi aspetti suggerisce che aveva venduto il suo corpo per denaro e una vita futile di lusso e di spreco che ha indebolito il suo carattere.

Marte: militare, valoroso legionario, se la congiunzione ha buoni aspetti. Se è dissonante: un predone, soldato di ventura, mercenario, disertore, duellista. Si potrà vedere se la grande energia sviluppata nelle vite precedenti è stata utilizzata male o se è stata messa al servizio di obiettivi elevati. Marte simboleggia anche l’amante e la congiunzione può indicare il ritrovamento in questa esistenza di antichi amori del passato.

Giove: simbolo della religione, il soggetto poteva esser stato un prete. Il soggetto ha mantenuto il senso della religiosità e nell’esistenza attuale è attratto dalla teologia, dalla religione, dalla filosofia; con aspetti dissonanti può avere una repulsione totale per questi argomenti e deve andare a fondo di questi argomenti per liberarsi. Giove indica il ritrovare di zii e zie che hanno avuto un ruolo importante nelle vite precedenti.

Saturno: vite di miseria, privazioni, riflessioni. Il soggetto ritrova i nonni e le nonne, le persone anziane. Con cattivi aspetti indica vite caratterizzate da condizioni dure di vita, da un lavoro difficile e ingrato, che gli hanno insegnato la virtù della pazienza. Possibile il potere politico di cui aveva abusato. Un anima molto vecchia.

Urano: ritorno dei vecchi amici, le amicizie. Se gli aspetti sono negativi, le amicizie possono aver avuto un ruolo nefasto nella vita della persona. Egli deve cercare di mettere le cose a posto. Urano spinge a pensare a vite libere, indipendenti, originali, scevre della convenzionalità dell’epoca in cui si sono svolte. Talvolta dona doti di chiaroveggenza, di inventiva nel campo della tecnica.

Nettuno: è una persona che aveva molto amato il mare nelle vite passate ed era vissuto in grande familiarità con l’acqua. Un marinaio, un navigatore. Con cattivi aspetti poteva essere un pirata, un predone dei mari. La congiunzione dissonante indica possibili vite di ubriachezza, di droga. Con ottimi aspetti indica la possibilità di poteri psichici non indifferenti, il mestiere di indovino, astrologo, veggente in varie vite. Con aspetti dissonanti interesse per la magia nera, la stregoneria, sortilegi, appartenenza a sette malsane.

Plutone: indica poteri psichici molto sviluppati, sia con buoni che con cattivi aspetti; questi possono essere sviluppati di nuovo. Se li ha utilizzati male ora possono essere bloccati e non riesce ad usarli in modo costruttivo. La vita sessuale era molto sviluppata e gli istinti erano molto forti. Aveva usato il sesso per ottenere dominio. Conserva un potente magnetismo. Quando gli aspetti sono molto dissonanti si nota grande difficoltà ad amare senza rapporti di forza, senza senso del possesso. Nella vita precedente poter avere avuto in mano il potere, ma sempre occulto. Oggi non è improbabile che voglia ancora usarlo, ma assumendosi la responsabilità che sa di doversi addossare.


Pianeti in congiunzione con il Nodo Nord

Le congiunzioni con il Nodo Nord precisano il programma previsto per la vita attuale, programma che può essere accettato o rifiutato. Il Nodo Nord indica anche le future incarnazioni: si tratta di un progresso che dobbiamo fare, di una lezione che dobbiamo imparare.
Il pianeta che forma la congiunzione con il Nodo Nord indica anche la persona, il lavoro, sul quale dobbiamo centrare i nostri sforzi. Il Nodo Nord rivelerà le sue potenzialità più avanti nella vita, verso l’età matura.
La tradizione attribuisce al Nodo Nord un valore gioviano: Giove è il pianeta dell’espansione e di una felice maturità. In un certo periodo il soggetto oscilla tra i due Nodi; talvolta il periodo può durare la vita, ma ogni volta che ripiomba nella direzione del Nodo Sud subisce dei tali smacchi che cerca di rimettersi sulla strada che porta al Nodo Nord. Un giorno, non sopportando più i suoi fallimenti, con un atto di forza, volterà le spalle al Nodo Sud per sempre.


Pianeti in congiunzione con entrambi i Nodi contemporaneamente

Quando pianeti opposti (Sole/Luna, Venere/Marte) vengono a trovarsi contemporaneamente in congiunzione ai Nodi, il soggetto vive in stato di profondo conflitto interiore che può giungere a un parossismo insostenibile. Dovrà fare una scelta precisa altrimenti giunge all’autodistruzione o alla follia, particolarmente se si tratta di due luminari o di un luminare e l’ascendente. Il soggetto dovrà scegliere e seguire il pianeta situato con migliori aspetti e posizione; concentrare su di esso tutte le sue forze. Riuscirà a superare il conflitto perché l’aspetto in opposizione impartisce una grande forza, dando un tale stato di disagio da farlo uscire a tutti i costi.


Pianeti in quadrature con i Nodi

La quadratura tra i pianeti è come un problema di traffico: le radiazioni degli astri non riescono a combinarsi, le une bloccano le altre e non riescono a manifestarsi se non una alla volta. Una quadratura con uno dei Nodi, qualche volta con tutti e due, indica un’emanazione di vibrazioni che interferiscono negativamente sull’asse della vita. Questi pianeti e gli angoli del cielo costituiscono una tentazione a smarrirsi per la strada; nelle vite precedenti avevano impedito al soggetto di realizzarsi pienamente. Tali pianeti rappresentano spesso sacrifici che sono necessari, porte strette attraverso cui bisogna passare con grande sforzo.


Pianeti in sestile e in trigono con i due Nodi

Poiché 60° più 120° è uguale a 180°, un pianeta che invia un aspetto di trigono a uno dei due Nodi, verrà a trovarsi in sestile con l’altro Nodo. Tutti gli aspetti buoni del Nodo Sud danno al soggetto la possibilità di migliorare il passato facendoglielo rivivere ancora una volta. Il soggetto sceglierà prima di nascere la famiglia, il paese, la religione, che lo riportino alle condizione del passato.
La tradizione astrologica mette in guardia contro il trigono, aspetto armonico di facilità; rischia di addormentarsi sugli allori. I trigoni possono incoraggiare alla dispersione del proprio tempo, delle proprie energie. Tutti gli aspetti buoni ricevuti dal Nodo Nord apportano un appoggio al soggetto. Le circostanze della vita producono il progresso interiore e il soggetto non è costretto a subire conflitti dolorosi.


27 giugno 2008

I Nodi Lunari nelle Case (seconda parte)


Nodo Nord in VII casa – Nodo Sud in I casa

Per questa posizione nodale vale il discorso del Nodo Nord in I casa, riguardo le difficoltà di nascita. Individualista accanito, si è costruito una personalità molto forte nelle vite precedenti sviluppando coraggio, audacia nelle imprese, spirito di iniziativa, culto del fisico. Egli aveva imparato a battersi. Disprezza le mollezze e le effeminatezze della vita civile, deve integrarsi in essa. I punti deboli della sua corazza sono il matrimonio e le associazioni d’affari, sociali e culturali; richiedono piccoli e oscuri sacrifici nella vita quotidiana. Non ama le frustrazioni. Se è ancora appoggiato al Nodo Sud non si sposerà affatto o lo farà con riluttanza. Possiede una grande gioia di vivere che attira gli altri; la sua impulsività, il suo egoismo e l’aggressività sono come un boomerang che gli si ritorce contro. Deve imparare a impegnarsi, essere perseverante, a non essere fedele solo a se stesso. La lezione karmica è la pazienza e il rispetto per gli altri.
Il Nodo Nord in VII casa lo obbliga a mettere a disposizione della società tutta la sua forza; se la sua generosità non è macchiata dalla vanità può essere veramente disinteressata. Deve smorzare l’orgoglio feroce e le tendenze tiranniche. Il compagno/a della vita, sia i soci sono persone che aveva conosciuto in vite precedenti che hanno scelto di rincontrarlo per aiutarlo a imparare la sua lezione karmica: sviluppare umiltà e dolcezza.

Nodo Nord in VIII casa – Nodo Sud in II casa

Sempre angosciato e frustrato, era stata la persona più gelosa del mondo nelle vite passate. E gelosia e possessività sono due demoni che deve cercare di vincere. Il possesso fisico era come un balsamo per quest’Entità. L’invidia è la madre di tutti i vizi e di tutti gli impulsi omicidi. Il soggetto non lascia mai le cose a metà; molti di coloro che hanno questo asse nodale sono consumati da violente passioni, hanno scelto un infermità o una malattia che insegni loro ad apprezzarsi per quello che sono, senza il tormento dell’invidia e della gelosia per quello che gli altri sono o possiedono. Morte, morte reale o simbolica, dei loro amori, delle loro passioni. Le circostanze della vita gli impongono di distaccarsi dai beni a cui sono attaccati: denaro, terreni, piaceri, fortuna. Devono trasformare queste pulsioni in ricerca spirituale. Coloro che rifiutano il distacco, possono trasformarsi in esseri malvagi che non fanno che seminare rovina. Chi rifiuta di passare attraverso questa morte simbolica (attaccamento ai beni materiali) rischia di imporre agli altri tale morte.

Nodo Nord in IX casa – Nodo Sud in III casa

Poco prima dello Zenit (il MC) nella casa IX brillano le stelle in cui si nascondono i nostri sogni; il Nodo Nord in questa posizione ci descrive la potenza dei desideri che hanno motivano l’incarnazione dell’Entità. I desideri influenzati da questo Nodo prendono un che di mistico; ma i desideri possono anche essere negativi. Il Nodo Sud in Capricorno indica un essere che nelle vita precedenti aveva imparato ad usare la parola come strumento di potere. Questa posizione nodale indica un passato di scrittore, giornalista, studioso; incarnazioni non sempre oneste. Aveva accumulato un’enorme quantità di informazioni e sviluppato un’attività mentale brillante e imparato a far uso di scritti e parole. Quando i Nodi hanno cattivi aspetti il soggetto teme di non sapersi spiegare con chiarezza. Bloccato dalla paura di non essere capito, vive nell’ansia che le sue parole vengano mal interpretate. Oppure sviluppano il “complesso del Guru”, e tengono sermoni ovunque facendo la morale a tutti. Debiti karmici nei confronti di fratelli, sorelle, cugini spegnendo la loro fiducia in se stessi con le sue critiche feroci e distruttive. Gli ritornerà in questa vita, incontrando tante persone del passato. Nella prima parte della vita tenderà a smarrirsi nell’intrigo delle relazioni sociali. Perde il suo tempo con gente che intralcia i suoi passi e lo priva di libertà. Deve imparare a liberarsi. Ha un messaggio da trasmettere e deve saper unire la logica all’intuizione e sviluppare la fede e la fiducia in se stesso. La lezione karmica è dare battaglia ai dubbi che lo paralizzeranno, ed andare aventi con coraggio. La sua mania dell’analisi riesce a bloccarlo sessualmente, intralciando il suo slancio vitale. Più avanti negli anni si familiarizzerà con il mondo fisico; questa persona deve far lavorare il suo corpo, i suoi muscoli più che la sua mente. Dovrà dare spazio da diversi argomenti e non cristallizzarsi su un’idea fissa. I viaggi possono aiutare, si sviluppa meglio lontano dal suo luogo natale. Il Nodo Sud in III casa implica una carenza di fede e di ricerca spirituale; ora deve seguire con serietà una religione senza lasciarsi coinvolgere dalle sette. Integrare la sua conoscenza razionale in una prospettiva d’amore è lo scopo di questa incarnazione.

Nodo Nord in X casa – Nodo Sud in IV casa

È una persona che aveva disprezzato, in vite precedenti, coloro che le tendevano la mano per aiutarla; umile sposa, fedeli servitori, genitori modesti che si erano sacrificati per lei... era stata cieca e sorda nei loro confronti. Verrà ora a trovarsi nella posizione di quelle persone. È probabile che si faccia in quattro per i figli senza ricevere gratificazioni, perché il resto della famiglia ritiene che fa solo il suo dovere. Si tratta di un karma familiare: il peso degli obblighi impedisce a queste persone, donne soprattutto, di realizzarsi in una carriera. Devono accettare il ruolo da Cenerentola.
Spesso una madre o un padre su cui grava il fardello familiare è solo: il marito o la moglie l’ha abbandonata o è morto; talvolta sono i genitori a sfuggire le proprie responsabilità nei suoi confronti. Il soggetto vive nella famiglia come in una prigione, anelando al momento in cui potrà liberarsi dal pesante giogo. Ma deve sforzarsi di trovare ottimismo e non scoraggiarsi in questa solitudine morale, perché spesso si tratta di persone emotive e ingenue come bambini per quel che riguarda i sentimenti. Le responsabilità che gli vengono scaricate sulle spalle, l’austerità della vita, l’aiuteranno a maturare. Quando avrà smaltito tutte le responsabilità potrà dedicarsi alla vita professionale, ma, essendo cresciuto in una scuola assai dura, tenderà a inventarsi nuovamente una famiglia. La tappa finale di questo karma familiare è una specie di “super – paternità”, il soggetto accoglierà in casa tutti i poveri, i randagi, i diseredati.

Nodo Nord XI casa – Nodo Sud V casa

Io sono un genio, si ripete questo soggetto, si guarda allo specchio trovandosi bello! Scambia la gente per il suo specchio: la sua debolezza è di avere bisogno di essere rassicurato sui suoi meriti, sulla sua bellezza, sulle sue capacità. Ma un adulatore non può essere un vero amico. Ha la tendenza a trattare tutti come inferiori, ha un ego colossale che gli chiude l’orizzonte. Nelle incarnazioni precedenti aveva funzioni onorifiche importanti, e gli onori gli avevano dato alla testa. In questa esistenza non si da pace di aver perduto il suo tenore di vita: deve imparare che tutti gli uomini sono fratelli. L’amicizia non era certo un sentimento forte per lui, non si accorgeva dell’esistenza degli altri. Ora deve imparare che tutti gli uomini nascono liberi e con eguali diritti. Il Nodo Sud in V mette in evidenza problemi sessuali; usava i suoi amori come merce di scambio. Trattava gli amanti come bambini perché lui per primo era un gran bambinone, terrorizzato dall’idea di perdere il suo potere. Era possessivo e in amore conosceva solo rapporti di forza. Ora deve spogliarsi del suo Ego tentacolare, rinunciare ad aggrapparsi alla persona amata per farne una schiava, imparare ad amare con comprensione, senza egoismo, gettando il complesso di grandezza, vendendo le cose con distacco e obiettività. Primo tra tutti liberarsi dell’orgoglio apportando alla causa che ha scelto tutta la forza e il potere decisionale; devono fare attenzione ai sogni ed imparare ad interpretarli. Quando decidono a cambiare, la loro potenza d’azione li porta a superare se stessi e progredire più lontano di altri, spinti dalla motivazione del disgusto di sé accumulato.

Nodo Nord in XII casa – Nodo Sud in VI casa

La disciplina, quest’Entità ha imparato ad organizzarsi nelle vite precedenti. I nativi di questi Nodi hanno un’esperienza secolare di lavoro. Hanno conosciuto l’asservimento al lavoro e trascinato questo sentimento con loro nella vita attuale; surmenage lavorativo con retribuzione inadeguata, carriera lenta e laboriosa, routine quotidiana monotona casa – lavoro. Le loro vite precedenti erano caratterizzate dalla mania dell’ordine e della pignoleria, il gusto per le minuzie. Non devono conservare di quelle vite un ricordo amaro. Se il lavoro è pesante anche in questa vita, dipende dal fatto che il soggetto è attaccato al Nodo Sud. Si arriva al punto di scegliere una malattia che può portare al progresso spirituale e lasciare indietro le scorie del passato. Il senso di critica acuta contro gli altri e se stesso mina la fiducia in se stessi e fa scappare gli altri. La perfezione non è di questo mondo. Dotato per la meccanica, ingegnere, artigiano, chimico, alchimista in vite passate. Ora ha deciso di liberarsi della mania perfezionistica. È un po’ masochista: accetta lavori mal pagati, che disprezza, si ammala, per potersi compiangere. Questo lo aiuta a isolarsi e riflettere. Ha il dente avvelenato per la società, ha bisogno di compensazione per le ingiustizie del passato che lo spingono in questa vita a mettersi in evidenza. Ora deve riuscire a sorvolare su molte cose al lavoro e non guardare tutto con i paraocchi. Sessualmente ha problemi, la paura e la tensione finisce per bloccarli. Molti decidono di vivere soli, di dedicare le energie al lavoro. Il karma le spinge a passare periodi di isolamento, chiusi in se stessi, possono essere fecondi se non piangono sui loro guai. Possono sviluppare compassione per il prossimo (medici, infermieri, guaritori) lenire le sofferenze del prossimo distogliendosi dal loro egoismo e dall’eccessiva cerebralità. Devono lasciarsi andare alle loro emozioni in modo naturale. Guariranno le malattie del corpo che sono solo il riflesso di una distorsione del loro corpo spirituale.


26 giugno 2008

I nodi lunari nelle Case (prima parte)


Nodo Nord in I casa – Nodo Sud in VII casa

Quando questo asse viene a trovarsi molto vicino all’orizzonte (asse Ascendente – Discendente) si possono riscontrare delle difficoltà alla nascita: il bambino nasce con il cordone ombelicale attorcigliato intorno al collo, in stato di quasi asfissia o in altre condizioni che possono impedire al feto di respirare. Si tratta di un rifiuto all’incarnazione da parte dell’Entità. Per lei la vita sarà molto difficile, una lotta continua. In vite precedenti era stata passiva, codarda e si era sottomessa di propria volontà al dominio di persone che di lei si erano serviti fino all’abuso. Nel suo immenso bisogno di piacere agli altri, di conquistare il loro affetto, fare di tutto per rendersi gradita.
Ora deve imparare le cose che aveva trascurato nel passato, diventare autonoma affettivamente. Aiutare gli altri era stato un modo per sfuggire sé stessa. Aveva visto l’immagine di sé attraverso gli occhi degli altri, ora deve affermare la sua libertà di giudizio. Lo farà scegliendo un modo del tutto originale e anticonformista, perché era stato il conformismo sociale e religioso a soffocarla, renderlo servitore del prossimo. Diventare il padrone anziché il servitore; dovrà dimostrarsi umano e comprensivo, affermarsi senza perdere la dignità o scendere a compromessi. La vita matrimoniale di coloro ancora attaccati al Nodo Sud in tenderanno a ripetere in questa vita gli stessi sbagli del passato e a lasciarsi sopraffare dal coniuge, mentre altri hanno acquisito l’autonomia personale, più vicino al Nodo Nord.

Nodo Nord in II casa – Nodo Sud in VIII casa

Nessuno riesce a conoscere bene queste persone, neanche i familiari; incutono timore o danno la sensazione di trovarsi coinvolti in affari oscuri. Se i Nodi hanno cattivi aspetti o sono collegati a Plutone e con il segno dello Scorpione, è molto probabile che il soggetto abbia un passato di criminalità. Questa è una persona che si trascina verso vecchi segreti, e gli altri non riescono a concedere loro fiducia. Anche se conduce una vita normale, da bravo borghese, si trascina con sé un pesate bagaglio di istinti possenti, sessuali. In vite precedenti aveva usato il sesso come mezzo di dominio, avrà la tentazione di continuare.
Il sesso era stato una merce di scambio per ottenere ciò che voleva. Ora si sente oppresso da oscuri sensi di colpa che non desidera che gli altri conoscano. Se si tratta di una persona evoluta, troverà il coraggio di auto – analizzarsi e trasformare l’analisi in ricerca filosofica. Il Toro è anche un segno di riflessione e saggezza. Per progredire verso il Nodo Nord, il soggetto dovrà dimenticare i brutti ricordi del passato, per non sollevare una grossa pietra dove si nasconde un nido di serpenti. La persona deve dirigersi verso opere costruttive e positive, distaccandosi dalla violenza e dalla gelosia e convincendosi che la disonestà non paga.

Nodo Nord in III casa – Nodo Sud in IX casa

L’eterno studente se ne sta tutto il giorno con il naso sui libri. Nel corso della vita accumula un sapere enciclopedico, ma si tratta di un seguito di vecchie vite, in cui si era dedicato alla ricerca filosofico – religiosa. Il karma indicato da questa posizione nodale è di dover imparare a trasmettere a tutti le cose che sa, di acquistare alla padronanza della parola per comunicare il suo messaggio. Il soggetto si eserciterà nel campo delle comunicazioni; non è sempre facile per lui inserirsi nella società, imparare a trattare con la gente e adattarsi ad essa. Il suo anticonformismo è dovuto al fatto che ha una visione delle cose molto più avanzata e più chiara degli altri.
L’Entità abituata in altri tempi a una grande libertà di pensiero e di espressione, vive nel timore di doverla perdere, perciò si adatta a sacrificarne anche una minima parte alle convenzioni sociali: il suo è un bisogno di spazio. L’angoscia dei legami che lo stringono, dei rapporti con la gente che lo soffocano, mentre lui ha nostalgia degli spazi infiniti. Il suo compito è di essere messaggero, di insegnare. Il soggetto scuote e risveglia, se anche il resto del tema si presta a effetti esplosivi. Può essere una persona nervosa, agitata, fisicamente e mentalmente; deve concentrare le energie su di una cosa alla volta.

Nodo Nord in IV casa – Nodo Sud in X casa

La persona che ha il Nodo Sud nella X casa è una montagna di orgoglio, è quella roccia su cui viveva appollaiato in vite precedenti: ma il suo karma ora vuole che discenda senza rompersi il collo. Nel passato era stato un principe o un capo di stato, temuto da tutti. Il suo potere assoluto faceva di lui un uomo solo, chiuso in sé stesso, che aveva sacrificato il cuore sull’altare dell’ambizione. La prova karmica vuole che sia costantemente dilaniato dal dubbio, dall’indecisione se dare la precedenza alla famiglia o al lavoro perché la decima casa simboleggia l’ascesa professionale ed è opposta alla quarta casa, la famiglia. Ora cercherà di sottrarsi all’influenza della famiglia oppressiva; gli impegni familiari gli sembreranno un impedimento alle esigenze della carriera.
Se decide di sacrificare la famiglia, verrà a trovarsi nella stessa situazione delle vite passate. Se invece sacrifica la carriera sarà tormentato da un continuo stato di amarezza e continuerà a lamentarsi di aver rinunciato a delle occasioni finché non scoprirà le gioie familiari. Altri trovano il modo di conciliare le due cose.

Nodo Nord in V casa – Nodo Sud in XI casa

La persona che ha questo asse nodale è un gran sognatore, è l’uomo del desiderio, gli è data la possibilità di realizzare i suoi sogni. Molto creativo, ma avrà alcune difficoltà a organizzarsi in senso pratico. Questa distorsione tra desideri e realtà fa molto soffrire il soggetto, sempre a dibattersi in difficoltà nel campo familiare e in quello delle amicizie: da una vita precedente non troppo conformista, conserva un bisogno di libertà che mal di concilia con le responsabilità di un genitore. Le sue vite passate sono sempre state piene di amici.
Oggi vorrebbe realizzare i progetti di un tempo, con la creazione artistica o con figli da poter educare a modo proprio. Un conflitto di base tra la vita familiare e i rapporti amichevoli; dovrà cercare di conciliare le due cose. La V casa si riferisce anche agli amori, qui il soggetto dovrà rivedere le sue idee, perché confonde l’amicizia con l’amore e pensa di poter conciliare le due cose senza tracciare una netta divisione. Tratta la persona amata come fosse un bambino, crea un rapporto di disuguaglianza, tende ad assumersi l’autorità assoluta, distruggendo l’armonia della coppia. Il Nodo Nord in V casa sottolinea l’importanza dei figli nel karma del soggetto. Urano significatore degli amici e maestro della XI casa. In campo artistico, se il soggetto crea solo per se stesso e l’attività di tutta la vita è volta a valorizzare il suo Ego, la vita diventa un grande deserto; è indispensabile che esso debba creare anche per gli altri e generi una discendenza, sia essa fisica o spirituale.

Nodo Nord in VI casa – Nodo Sud in XII casa

L’unico viaggi che interessa è quello che porta nelle profondità dell’essere. La gente cerca di impedirglielo erigendo le barriere della morale, della religione, delle convenzioni sociali. Il significato del Nodo Nord in VI casa è il servizio degli altri per mezzo di una terapia, l’aiuto ad un essere per poterlo far rinascere. La grande tentazione del Nodo Sud è quella di sedersi a piangere sui propri guai, sui propri sensi di colpa. I bisogni quotidiani obbligano a organizzare il tempo in modo razionale ed è una cosa molto difficile per questa posizione; avere il coraggio di agire.


24 giugno 2008

I Nodi nei Segni (seconda parte)



Nodo Nord in Bilancia – Nodo Sud in Ariete

Una forte personalità che durante varie vite ha sviluppato un individualismo accanito. A seconda della casa e degli aspetti dei pianeti, questa persona può essere stata un capitano, un comandante, e sapeva condurre i suoi uomini con energia ed era temuto. Era un pioniere. Nella vita attuale ha scelto di approfondire una lezione che aveva trascurato: la collaborazione. Il rispetto per gli impegni presi non era il suo forte, soprattutto i contratti scritti. Collerico, impulsivo, pieno di sé, ignorava la legge. Deve prendere più seriamente i diritti degli altri, sforzarsi di rispettare gli impegni presi e i minimi dettagli.
Il Nodo Sud conferisce una certa chiusura di spirito. Nelle vite precedenti aveva sviluppato qualità di energia e iniziativa, combattività e attitudine agli sport; oggi deve imparare la meditazione, lo studio del diritto, la tolleranza religiosa, deve sviluppare qualità spirituali. Se si ostina a voler vivere di nuovo le sue vite passate, si farà mettere al bando dalla società, per il suo egoismo, l’impulsività violenta e la vanità. Deve dirigere la sua energia marziana verso opere costruttive, con perseveranza. I desideri ciechi annebbiano le sue facoltà, si lascia accecare da passioni violente. Deve scoprire l’esistenza degli altri, capire che non è solo, imparare a dividere con gli altri e donare senza attendersi ricompense. Tendenza alla gelosia, rendersi conto che i suoi cari hanno diritto di esistere come esseri indipendenti. Spesso il Nodo Sud in Ariete impartisce fascino e bel portamento, narcisismo. Tendenza a tassare le energie degli altri che finiscono per scappare. Quando i suoi bisogni emozionali e sessuali saranno calmati, potrà dare tutta quella energia che è una delle sue caratteristiche peculiari.

Nodo Nord in Scorpione – Nodo Sud in Toro

Cambiamento pur nella continuità, ecco cosa spera quest’Entità. Anzi, nessun cambiamento del tutto! Assetato di sicurezza, si attacca al passato, alle abitudini, alle idee note. Ha scelto per questa esistenza il cambiamento, un destino difficile e doloroso e dovrà perdere tutto per progredire. Affronta la fine di tutto ciò che ama, la perdita dei suoi beni, la morte simbolica o reale degli esseri a cui era attaccato. La persona ha vissuto una serie di vite molto poco brillanti, aggrappato ai beni materiali, alle onorificenze, alla famiglia che ha fatto soffrire con la sua possessività. Ha scelto la rivoluzione interiore.
Nelle incarnazioni precedenti aveva amato il lavoro per il lavoro, senza riflettere se era utile. Aveva finito per dimenticare l’esistenza di un mondo spirituale. La sete di possesso aveva prodotto in lui un senso di insoddisfazione continua che lo spingeva ad aggrapparsi alla gente da cui poteva trarre benefici ed accumulare il più possibile. Dovrà affrontare perdite drammatiche, si risparmierà molto dolori se brucerà i ponti dietro di sé, sbarazzandosi del materialismo e di sensualità; coltivando la generosità, l’audacia, l’energia. Parecchie delle persone che hanno questa posizione nodale finiscono la vita da soli, o non si sposano affatto.

Nodo Nord in Sagittario – Nodo Sud in Gemelli

Vite e vite di dispersività, sente la necessità di disciplinarsi e riorganizzarsi, coinvolgendo azioni e pensieri verso un unico obiettivo. Trovare la stabilità e lasciare qualsiasi decisione dietro le spalle. Lo spaventa perdere la sua preziosa libertà, assumersi degli impegni, diventare adulto. Abile e brillante, facile a cambiare bandiera, si guardava bene, nelle vite precedenti, dal giocare tutto sulla stessa carta. Pronto a far promesse ma scappava quando veniva l’ora di impegnarsi a fondo; mente agile e brillante, carattere leggero, inconsistente, doppiogiochista, non combinava mai nulla di buono. Nella prima parte della sua vita subirà ancora l’influenza del suo atteggiamento opportunista del passato.
Nel matrimonio non impegnerà che una sola metà di sé stesso. Nel campo del lavoro la ritrosia a impegnarsi a fondo provoca grande instabilità. Passa da un impiego all’altro, cambia mestiere quando è stufo. Riuscirà a stabilizzarsi, in genere in età adulta, sui quarant’anni, in cui comincia l’età di Giove, il maestro del Sagittario. Con l’accumulo di un’enorme esperienza proverà il desiderio di occuparsi di qualcosa di definitivo. Uscirà dalla sua indecisione e si deciderà a usare le sue doti brillanti, la sua capacità di comunicare; capace di intuire i pro e i contro delle situazioni, dotato di abilità nel portare avanti trattative, imprese commerciali. Il suo buon umore e il suo umorismo non verranno mai meno. La lezione karmica della lealtà, dell’impegno totale nel servizio di un essere o di una causa. Dovrà sviluppare la ricerca spirituale. Nella seconda parte della vita, questa persona riuscirà a trovare la sua strada e sarà felice di scoprire che è diventato un cittadino stabile e una personalità.

Nodo Nord in Capricorno – Nodo Sud in Cancro

Il soggetto ha vissuto numerose vite come bambino, piccolo granchio che si nascondeva dietro la famiglia, al riparo dalle tempeste del mondo. Aveva assaporato le gioie e la felicità dell’infanzia; faceva di tutto per attirare l’attenzione dei suoi cari, per essere il centro della famiglia; più affetto riceveva più pretendeva. Qualcuno gli capitava a tiro, allungava le sue pinze per attirarlo, per ottenere affetto, la protezione. Si serviva di coloro che erano forti, liberi, indipendenti come un riparo contro le brutture e gli orrori della vita che lo terrorizzavano. Dopo aver rifiutato, vita dopo vita, di assumersi delle responsabilità, ha deciso di crescere, di diventare grande, e ha scelto il Nodo Nord in Capricorno che simboleggia la maturità. Non si realizza senza certe difficoltà; malgrado la sua voglia di crescere, il soggetto sarà tentato di indugiare nell’infanzia. Ha al capacità di ammalarsi di malattie non appena qualcuno sta per chiedergli di prendere posizione. Ha fatto ricorso a quest’arma in passato. Sapeva come servirsi dell’arma del ricatto dei sentimenti. Il Cancro non dimentica mai niente, soprattutto le emozioni. E i traumi sono difficili da superare. Si sono incarnati senza lasciare dietro di sé le paure, le angosce del passato. Deve imparare a lasciarsi andare, a prendere le distanze.
Il Nodo Sud in Cancro, sensibile ed emotivo, lo spinge ad affondare senza fine nel pantano delle emozioni; le aggressioni del mondo provocano tempeste emozionali. Coraggio e lucidità, le emozioni violente confondono il suo potere di giudizio, deve dominare la tendenza a reagire violentemente. Imparare a dimenticare è la prima lezione karmica. Tende ad aggrapparsi ai ricordi d’infanzia, alla famiglia, al paese natio, agli amici, al suo conforto affettivo. Deve lasciare la persa. Un aiuto dalle attività quali la conservazione e tutela dei monumenti storici, delle antichità, delle risorse naturali. I Cancro non sono molto aperti al progresso. La memoria del Cancro conserva spesso ricordi coscienti di vite passate. Deve assumersi un paternità, è solo attraverso una responsabilità di carattere paterno egli riuscirà a maturare ed uscire dal personaggio di bambino. L’Entità potrebbe aver scelto delle prove che, privandolo del sostegno familiare, lo obblighino a prendere in mano le redini.

Nodo Nord in Aquario – Nodo Sud in Leone

Soffre di un ego gigante. Le sue vite precedenti sono state vissute in una forma di snobismo continuo: non frequentava altri che persone famose. Discriminazione, razzismo, disprezzo per la gente, questa era la cattiva strada. Una forte volontà, un’attitudine al potere, che aveva utilizzato per i propri fini, per mettersi in vista, per attirare l’attenzione su di sé. Capacità di manipolare gli altri, non poteva certo farsi degli amici, ma solo adulatori e snob. Grandioso e generoso, amava ergersi a protettore in modo che tutti lo sapessero. Mecenate di artisti, di scrittori poveri: i suoi progetti erano come i suoi mobili, un elemento esteriore della sua ricchezza. Occupandosi solo di cose esteriori aveva dimenticato la dimensione interiore, lo spirito del servizio.
Nella presente incarnazione dovrà servire, grazie alla sua attitudine a maneggiare la potenza del denaro. Deve servire l’umanità in generale, in particolare associazioni non a scopo di lucro. Questo asse nodale rende molto difficile il matrimonio, perché si basa sul principio dell’equilibrio tra contrattori, equilibrio che va in tutti casi rispettato, parità di diritti. La sua idea del matrimonio è che egli ha tutti i diritti e pochi doveri, mentre dal partner esige di essere servito. La tendenza a dominare le persone care, finisce con una rottura. Ha l’impellente bisogno di mettersi in mostra. Deve impegnarsi in un’attività di servizio e si deve dedicare con tutte le sue forze alla causa che ha scelto, disinteressatamente.

Nodo Nord in Pesci – Nodo Sud in Vergine

Caratteristiche di religione e chiaroveggenza. È una posizione molto dura, di vita in vita, aveva acquisito intelligenza critica, grande discernimento, il dono dell’organizzazione pratica. Ha perso di vista l’insieme del cosmo, ossessionati dal dettaglio non riuscivano ad avere una visione di insieme, e la loro mente era diventata una serie di compartimenti stagni. Limitatezza di cuore e giudizio. Essi hanno scelto di abbattere tutte le barriere, far esplodere le limitazioni, aprire le porte di tutte le visioni, mentali spirituali, emozionali e fisiche. Nelle vite precedenti questa Entità così organizzata era l’immagine stessa dell’ordine. Segue gli ordini ricevuti, ligio al dovere: ristrettezza della coscienza. Oggi deve affrontare l’imprevisto, si avventura in campi che non fuori dai suoi principi tradizionali, ricevuti per educazione. Nelle vite precedenti era più attaccato alla realtà che allo spirito. Questa volta lo spirito soffia forte e la persona deve lasciarsi trasportare dalla corrente, ma non sarà facile. Molti sono stati materialisti nel passato e devono credere a cose che non si possono vedere né toccare. Se rifiutano di farlo sarà il fallimento di questa vita. L’organizzazione troppo perfetta li ha portati a un immenso egoismo. Chi rifiuta di crollarsi di dosso l’egoismo, che si trincera dietro l’ordine, corre il rischio di avere una vita difficile sia sul piano affettivo che sessuale.
Rischia di cadere ammalato e di trasferire questa sua rigidità al funzionamento dell’organismo. Essere bloccato e irrigidito da tensioni interne; è da consigliare una terapia di gruppo e l’esperienza in un gruppo spirituale. Potrà donargli energia cosmica. Il Nodo Nord in Pesci indica la via al servizio spirituale dell’umanità: al soggetto viene dato il grave incarico di trasmettere la luce che egli stesso ha trovato.



23 giugno 2008

I Nodi nei Segni (prima parte)



Nodo Nord in Ariete – Nodo Sud in Bilancia

Le incarnazioni precedenti non avevano permesso a quella persona di asserire la sua personalità: egli era stato il riflesso delle sue idee degli altri che cercava sempre di compiacere per farsi amare. Assorbito dalla famiglia, o dalla tribù di appartenenza, non esisteva come individuo; l’individuo si identificava con il gruppo, senza trovare il tempo e il coraggio di occuparsi di sé stesso. Godeva del sostegno del gruppo che provvedeva a prendere decisioni, evitandogli di assumersi responsabilità. Aveva acquisito grande esperienza nella vita sociale ma era incapace di imporsi o di fare una scelta tra due fazioni diverse. Indecisione, mancanza di carattere, faceva di lei un elemento decorativo o un’opportunista. Il suo temperamento artistico la portava a violente crisi emozionali alla minima disarmonia: deve imparare a controllare la sua eccessiva sensibilità, ha scelto di esistere come entità singola, di essere qualcuno, di possedere una libertà propria. Imparare a battersi da solo, prendere le sue decisioni, secondo il proprio giudizio. Aveva sacrificato i suoi gusti, le sue mire personali, le sue ambizioni per gli altri. Questa volta deciderà di realizzarsi, di sfidare l’opinione pubblica, di affrontare il suo ambiente. La prima parte della vita sarà ancora contrassegnata dalla sensibilità del passato per i possibili disaccordi con i suoi cari, ma la scelta che ha fatto rafforza la sua personalità.

Nodo Nord in Toro – Nodo Sud in Scorpione

Ha scelto con grande coraggio un destino difficile; il Nodo Sud in Scorpione, ha accumulato tanti rifiuti, nelle vite precedenti, da soffocarlo; ha deciso di far piazza pulita di tutto il marciume. Le abitudini cattive acquistate in vite precedenti persistono ancora, e i loro difetti incidono sul soggetto, per lo meno nella prima parte della sua vita. Hanno una conoscenza istintiva e innata delle bassezze umane; traffici illeciti di denaro, perversioni sessuali, pratiche di magia distruttiva; la maggior parte si è trovata invischiata in magia nera in una delle vite passate. Ha una ripugnanza istintiva per tutte le cose di cui aveva abusato, che l’ha portato alla distruzione. Sono dilaniati tra il desiderio di seguire la retta via e la tendenza alle abitudini del passato. Lo Scorpione è sempre stato il segno delle acque stagnanti, fetide e nere, prima che degli scarichi inquinanti nel mare lo rendessero una trappola mortale per gli animali. Questi soggetti manifestano in modo tanto evidente qualità e difetti dello Scorpione quando in questo segno non hanno né pianeti né angoli del ciclo. Trovano difficile equilibrare la vita sessuale e quella affettiva e hanno una vita familiare tormentata. Chi è attaccato allo Scorpione continuerà a subire violente passioni. Si sono incarnati con un programma preciso: difendere la vita, non uccidere, imparare la moderazione. Se sono ancora vicino allo Scorpione vivono nell’angoscia, tormentati da sensi di colpa, sentendosi minacciati in continuazione. Hanno reazioni violente all’angoscia e tendono a distruggere tutto ciò che amano, mentre il loro unico sogno è di costruire. Si calmeranno man mano che si avvicineranno al Toro. Devono sforzarsi di impiegare le loro forze in maniera costruttiva, arrivare al sereno amore della vita caratteristica del Toro: il riposo del guerriero.

Nodo Nord in Gemelli – Nodo Sud in Sagittario

Una forza della natura! Nelle sue vite precedenti non aveva né leggi né padroni e credeva solo nella virtù dell’azione, senza ascoltare nessuno. Nella vita attuale qualcosa di selvaggio, il gusto dei viaggi in terre lontane, l’avventura, i grandi spazi… Ha bisogno di aria, di movimento continuo, di cominciare sempre nuove cose che non ama poi portare a termine. Deve imparare a fissare l’attenzione su un progetto alla volta e a vivere e inserirsi nella società. La grande lezione è la pazienza, attenzione al dettaglio, il dialogo con gli altri. La vita matrimoniale è come una palla di piombo ai piedi, ed è bene che si trovi un compagno/a della vita dalle idee aperte e liberali. Si comporta da egoista, deve imparare a non calpestare il suo prossimo. Bisogna avere molto pazienza con lui a causa della mancanza di tatto. Bisogna aiutarli a civilizzarsi. Sono utili le terapie di gruppo. Non amano vivere in città; attinente a loro può essere un lavoro come viaggi e turismo. Il vivere in campagna può deprimerli. Il programma attuale prevede la vita in città perché imparino a frequentare i suoi simili, a rispettare i diritti degli altri. Lo sport è una necessità per loro. Hanno una sensibilità innata per la natura che devono trasmettere agli altri. L’energia, la vitalità e l’entusiasmo viene da una fede profonda nella divina provvidenza. Devono trasmettere questa fede ed imparare a comunicare.

Nodo Nord in Cancro – Nodo Sud in Capricorno

Il soggetto è un’anima molto vecchia che ha una profonda conoscenza delle cose; disprezzo per i giovani. In vite precedenti era una persona potente, un capo, un notabile, rivestiva un ruolo di autorità. In questa vita si dà da fare per riguadagnare il prestigio perduto. Anche se è un oscuro impiegato può essere insopportabile. Usa tutti i mezzi per attirare su di sé l’attenzione degli altri. Assume il ruolo di vittima, del martire incompreso. Non si fa scrupolo di creare una grande quantità di complicazioni affinché gli altri si occupino della sua persona. Interesse per la politica e le attività sindacali. È una persona molto capace, ma in una situazione che ritiene di non saper dominare, si dà malato. La sua mancanza di indulgenza verso sé stesso si estende anche agli altri: giudizio penetrante, critica feroce (congiunzione Nodo Sud – Mercurio). Non sopporta la minima critica, barricato in una torre d’avorio non permette a nessuno di penetrare nella sua fortezza. Le vite precedenti sono state imperniate sulla realizzazione delle sue ambizioni; egoista, materialista, sa calcolare freddamente, non si fa scrupoli di approfittare delle debolezze altrui. Capricorno come segno della vecchiaia, ora deve liberarsi della sua freddezza e rigidità ed ha scelto responsabilità pesanti, sia familiari sia lavorative. Deve aprire la sua sensibilità ai bisogni emotivi degli altri, imparare a tollerare le loro debolezze e le proprie. Deve ammettere di aver torto e chiedere scusa. Le esperienze gli insegneranno a scongelare il suo cuore e a non giudicare la gente, etichettandola per sempre. Deve aver cura di ben nutrire coloro di cui ha la responsabilità.

Nodo Nord in Leone – Nodo Sud in Aquario

Aquario come simbolo di amicizia. Il potere tende ad isolare coloro che lo detengono, il soggetto sarà costretto a lunghi periodi di solitudine che costituiscono una prova per sviluppare la sua forza. Agli inizi della sua vita attuale si lamenterà molto di non aver nessuno su cui contare e veder scomparire gli amici nel momento del bisogno. Questa solitudine è necessaria per realizzare il destino karmico, quello di essere un capo. Nelle vite precedenti è stato molto indipendente, aveva evitato di attaccarsi agli altri e non aveva permesso che gli altri si attaccassero troppo a lui. Il suo comportamento sarà ambiguo: cercherà la solitudine, pur detestandola; crederà di aver bisogno degli altri pur rifiutando i loro consigli. La sua debolezza è il volere degli amici a tutti i costi; capirà che è una cosa inutile e che deve portare da sé il peso del suo destino. Dal suo passato porta un grande disprezzo per le convenzioni e insofferenza per i regolamenti; si ritiene al di sopra della legge. Egli sarà felice quando potrà dedicarsi interamente a una grande causa. Nelle vita precedenti ha acquisito un grande rispetto per gli altri, senso di equità, giustizia sociale, ora deve farsi paladino di una giusta causa. Se il soggetto pende verso il Leone tenderà a dimenticare questi principi e abusare del suo potere. La forza e il talento organizzativo del Leone devono fargli esprimere in modo concreto le sue vedute progressiste e originali. Grande e generoso, magnanimo senza meschinerie, sa perdonare e non infierisce sul nemico vinto. In amore è generoso e fastoso ma commette l’errore di pensare che l’amore si possa comprare con il denaro. Il senso di indipendenza rende difficile la vita matrimoniale, e non di rado finisce la vita da solo o separato dal coniuge.

Nodo Nord in Vergine – Nodo Sud in Pesci

L’Entità è stata perseguitata, in vite precedenti, per le sue idee religiose; ha sofferto molto ed ha acquisito l’eccezionale dono della compassione per le sofferenze altrui. Può esser stata trascurata o maltrattata dalla famiglia, o sia stata in prigione, ospedale o reclusione forzata.
Ha un caos di sentimenti, di emozioni, di sogni, non è stata capace di una scelta delle persone a cui accordare simpatia e comprensione. Traumatizzato dalle sofferenze del passato, nella vita attuale può avere due atteggiamenti: o si lascia coinvolgere dalle sofferenze altrui tanto da esserne assorbito ed identificarsi con loro; o cerca di sfuggire le sofferenze altrui che gli ricordano troppo le proprie. Al minimo malanno pensa di essere sul punto di morire. Eterno piagnone, si lamenta in continuazione dei suoi guai, dei suoi malanni: non bisogna dagli molto ascolto! Ha finito col dimenticare che esistono altri tipi di vita, oltre alla sofferenza. Deve smettere di lamentarsi e aiutare veramente il suo prossimo. Professione di medico o di terapeuta. Ha l’abitudine di scoraggiarsi facilmente e ora bisogna incoraggiarlo. Sogna un mondo ideale ma deve imparare a mettere i piedi per terra e dare forma concreta ai suoi sogni. Liberarsi dell’eccessiva emotività, essere padrone di sé fronteggiando casi di emergenza. L’intuizione e le facoltà psichiche permettono di diventare ottimo guaritore. In materia di religione aveva più emozione che cultura: ora deve farsi idee chiare e precise. Sviluppare efficienza, attenzione al dettaglio, imporsi una disciplina senza perdere il valore della compassione e del perdono.


21 giugno 2008

I Nodi Lunari


I Nodi Lunari indicano il cammino percorso dall’Entità nelle sue varie incarnazioni. Ci rivelano il programma di sviluppo personale.

I Nodi sono due punti del cielo in cui l’orbita che la Luna descrive nel suo giro intorno alla terra, incontra l’eclittica, il percorso apparente del Sole. Due punti teorici, il Nodo Nord detto anche Nodo Ascendente, Nodo Sud detto Nodo Discendente.

I Nodi progrediscono di 3 minuti d’arco al giorno, in senso inverso ai pianeti. Questa restrogradazione conferisce ai Nodi un particolare significato che si ricollega con il Karma: si pensa che i Nodi Lunari siano una combinazione di passato, simboleggiato dalla Luna, di presente, indicato dalla Terra, e di futuro, simboleggiato dal Sole.
I Nodi Lunari annodano i fili invisibili che collegano una reincarnazione all’altra. Il Nodo Sud è il recipiente che raccoglie tutto ciò che l’anima ha acquisito e accumulato nelle vite precedenti. Il Nodo Nord indica la direzione verso la quale andiamo nell’attuale incarnazione e gli obiettivi. I Nodi rappresentano il percorso della Luna: ogni 18 – 19 anni il Nodo Nord ripassa nella posizione natale e rappresenta per il soggetto la possibilità di rinascita, un’occasione per liquidare certi aspetti negativi del Karma, un periodo di crisi spirituale. Se il soggetto rifiuta, il polo Sud può diventare molto negativo.



Nodo Sud: la chiave del passato

Questo Nodo costituisce un quadro dell’ambiente generale, il risultato di idee, atteggiamenti, scelte del passato da cui possiamo desumere il passivo che ci ha portato alla scelta di reincarnarsi. Un passato che ci è familiare anche se non lo ricordiamo a livello cosciente. Per alcuni il Nodo Sud rappresenta la base sicura, il territorio saldamente conquistato, per altri è l’accumulo di errori su errori di cui devono sbarazzarsi. Il Nodo Sud con cattivi aspetti indica il punto debole, il passivo del nostro bilancio. Indica le abitudini negative. I difletti acquisiti nel passato non si cancellano tutti d’un colpo, e l’anima rischia di rimanere affondata in essi dimenticando gli obiettivi attuali.


Nodo Nord: la chiave delle vite future

Il Nodo Nord indica le nuove esperienze che ci si presentano nell’incarnazione attuale, che abbiamo voluto noi stessi. Il Nodo Nord spinge l’anima alla crescita e alla futura espansione. La sua posizione per segno, per casa e i suoi aspetti, ci indicano le cose che possono aiutarci a progredire spiritualmente. Ogni passo avanti verso la direzione del Nodo Nord ci porterà verso una nuova qualità di felicità: la sensazione di sentirci perfettamente a nostro agio.


20 giugno 2008

I Segni Intercettati


A volte, in un Tema Natale, l'ampiezza di una casa comprende più di un segno. L'Orizzonte (Ascendente e Discendente) e il Meridiano (Medio Cielo e Fondo Cielo), formano quattro quadranti di dimensioni differenti.

I segni intercettati sono quelli che si trovano tra due segni in cui cadono le cuspidi di due case e sono sempre i due opposti.

I segni intercettati indicano le qualità che non si sono esplicate a sufficienza nelle vite precendeti. Questi segni "a vuoto" embrano indicare frustrazioni. Quando si studia un tema natale si può costatare che le capacità e i campi di attività che corrispondono ai segni intercettati, sono spesso bloccati. Queste capacità trascurate ricompaiono determinando un karma che emerge nella vita attuale: ricompaiono doveri, desideri, debiti non liquidati. Il segno intercettato può essere occasione per sviluppare delle energie poco sfruttate.


Ariete - Bilancia

Quando è intercettato questo asse, si riscontra un problema di relazione con gli altri. Il dialogo è estremamente difficile, sia che la persona si affermi a spese dei collaboratori e dei compagni, in questo caso non sa ascoltare e impone egoisticamente i suoi punti di vista (lati negativi dell'Ariete), sia che al contrario rinunci a tutte le decisioni rifiutando le proprie responsabilità e rimettendosi totalmente all'autorità altrui (lato negativo della Bilancia). Così oscillando tra due poli, estrema aggressività o estrema debolezza di carattere, il nativo si esaurisce in sforzi inutili. Il matrimonio è difficile. L'intercettazione dei segni si può riferire anche a una vita precedente in cui la persona è stata privata di una vita coniugale.


Toro - Scorpione

Con questa polarità i segni intercettati indicano un potente egoismo. Avendo assorbito in modo massiccio le energie terresti, il nativo non ha permesso agli altri di trarre profitti: egli ha volto a suo profitto denaro, sesso, poteri religiosi, lasciandosi assorbire da essi. Ora è tormentato dall'indecisione fra il bisogno di accumulare beni inutili e quello di lasciar perdere tutto. Questa polarità su due segni fissi indica una mancanza di flessibilità e di adattamento. L'angoscia di essere incapaci di adattamento cerca di rassicurarsi facendosi un mantello protettivo del denaro. L'entità deve imparare a distaccarsi da tutto ciò, ma se rimanda la vita glielo imporrà con forza.


Gemelli - Sagittario

Questa polarità apporta dei problemi gravi nel campo della conoscenza e della comunicazione. Il nativo si è rifiutato di apprendere e di comunicare agli altri ciò che aveva appreso. Oggi si sente incompreso ed incapace di farsi comprendere. I segnali che emette o non vengono percepiti o sono ricevuti male. Non ha facilità di linguaggio. Quando tenta di esprimersi dice cose non riflettono il suo pensiero. Se il nativo si scoraggia può cadere in un mutismo negativo; non potrà far capire le sue idee, i suoi sentimenti e le sue convinzioni.


Cancro - Capricorno

Questa polarità riguarda la sicurezza dell'infanzia (vissuta nel Cancro) e quella che si può dare agli altri con la paternità o maternità (Capricorno). I nativi che vivono questi due segni intercettati restano ancorati ad un comportamento infantile che proviene dalle loro vite precendenti. Continuano ad aggrapparsi alle loro prerogative sociali e alle tenerezze dei parenti. Consumano queste tenerezze per trovare un senso di sicurezza, senza arrivare allo stadio in cui potrebbero donare la loro agli altri in modo disinteressato. Vivono nell'angoscia di perdere la loro sicurezza sociale ed emozionale. Spesso si sentono incompresi. Inventano storie per attirare l'attenzione, come i bambini. A volte, nello stesso tempo, difendono il loro cuore dietro una muraglia di freddezza, di avarizia che finisce per scoraggiare chi li ama. Le relazioni con i parenti sono più importanti di quanto vogliano ammettere.


Leone - Aquario

Con questo asse il nativo dovrà per prima cosa affrontare la propria individualità (stato del Leone) ed in seguito, ormai sicuro di sè, donare la sua amicizia e protezione agli altri (stato dell'Aquario). Una maggiore estensione del concetto di amicizia lo incoraggerà a diventare un militante di idee conviviali e fraterne e persino rivoluzionarie. La creatività del Leone si può dare da fare per trovare nuove forme di associazione più amichevole e più generose. L'intercettazione dei due segni indica il blocco di tale creatività o della convivialità. I nativi sono spesso attirati da idee altruistiche ma non sanno metterle in pratica nella vita quotidiana.


Vergine - Pesci

Questa polarità concerne il servizio agli altri (Vergine) e la compassione per le sofferenze altrui (Pesci). I nativi che hanno questo asse intercettato hanno tanto male alle spalle da doversi dedicare interamente al servizio delle miserie altrui.






19 giugno 2008

Gli elementi



Oltre che all'esame del segno solare è molto importante la posizione della Luna e gli elementi che prevalgono all'interno del tema.

I segni d'Acqua - Cancro, Scorpione e Pesci - sono legati a un karma emotivo. Nelle vite precedenti l'entità non è stata capace di controllare in modo soddisfacente le emozioni. Devono imparare a disciplinare l'emotività ed usare le emozioni al servizio dell'amore. L'attaccamento alle dolcezze del cuore, alle emozioni, alle persone e alle cose, diviene un legame karmico pesante.

I segni di Fuoco - Ariete, Leone e Sagittario - sono legati a un karma di sviluppo dell'ego. L'asserzione dell'Io è una tappa del tutto necessaria. Ma il "fuoco" brucia se si ignora il diritto all'esistenza degli altri elementi. I segni di Fuoco devono imparare il valore del dialogo. L'entità non ha potuto sviluppare a sufficienza la sua personalità nelle vite precedenti ed ha permesso al suo ego di gonfiarsi, lasciando che il fuoco prendesse proporzioni di un incendio che tutto distrugge. Devono imparare una maggiore apertura verso gli altri.

I segni d'Aria - Gemelli, Bilancia e Aquario - sono legati dallo spirito. L'indipendenza è il genio, ma allo stesso tempo un trabocchetto, di questi segni intellettuali. I nativi sono pronti ad afferrare idee d'aria. Nelle vite precedenti hanno sviluppato idee astratte per sfuggire le responsabilità della vita, o si sono attaccati ad idee false ma confortevoli; hanno imposto idee false agli altri. L'orgoglio è uno dei difetti, insieme alla paura di perdere la libertà. Nella vita precedente hanno rinunciato a qualsiasi impegno. In questa vita devono investirsi in un'opera costruttiva e sviluppare la ricettività alle questioni dello spirito.

I segni di Terra - Toro, Vergine e Capricorno - s'impegnano fino in fondo nel gioco dell'esperienza terrestre, lavorano con tutte le loro forze, costruiscono. Possono perdere di vista il fine spirituale del loro lavoro. Il Toro ama il lavoro di per se stesso da dimenticare di chiedersi quale beneficio può apportare. La Vergine si perde nei dettagli e il Capricorno ignora il fine spirituale del potere che persegue. I nativi dei segni di Terra hanno fatto un pessimo uso della materia, della proprietà terrestre, dei beni del mondo, del denaro e degli onori. Ma può anche essere che hanno bisogno di rimettere saldamente i piedi per terra.

18 giugno 2008

Segni fissi, mutevoli e cardinali



Una prima divisione dei segni per iniziare a leggere un tema natale karmico. Solo il tema nella sua interezza può suggerire quali segni hanno forti influenze sull'individuo.

I quattro segni fissi - Toro, Leone, Scorpione e Aquario - sono i pilastri del mondo e rappresentano, in chiave simbolica, le quattro iniziazioni. I karma legati ai segni fissi sono pesanti e liquidati in modo violento e drastico.


I quattro segni mutevoli - Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci - progrediscono a spirale verso l'alto. Essi sono il movimento, la fluidità, la facoltà di adattamento. Sensibili alle vibrazioni eteriche, collegano il passato al presente (Pesci e Vergine), l'amore alla conoscenza (Gemelli e Sagittario). Coordinano i valori yin ai yang, i valori femminili a quelli maschili.


I quattro segni cardinali - Ariete, Cancro, Bilancia e Capricorno - irradiano energia. Al limitare tra la materia e lo spirito, essi sono i segni dell'incarnazione terrena e traducono sul piano terrestre le lezioni spirituali. Hanno un'energia costruttiva che permette di agire positivamente. Anche il Cancro, nell'ambito della famiglia, ha il potere di costruire e ha una grande potenza emozionale.

13 giugno 2008

Segni Karmici



Tutti i segni sono karmici di per se stessi, ma alcuni danno indicazioni più potenti di altri e sono più legati al passato: Cancro, Vergine, Scorpione e Pesci. Sembra che la Vergine, lo Scorpione e i Pesci si addossino i debiti karmici più pesanti. Il nativo sostiene prove speciali, emotive, sociali, fisiche, aiutato da una maggiore capacità di accettazione.

I Pesci provano il bisogno di soffrire, di sacrificarsi; sembrano a volte andarsi a cercare dure prove. I Pesci sono adatti a comprendere questa sofferenza, come segno di sacrificio finale del servo sofferente che sa tramutare la sofferenza in liberazione spirituale.

Anche la Vergine è una tappa purificatrice; in questo stadio l'entità impara ad annullarsi al servizio degli altri; apprende ad avere il controllo del proprio corpo. Allo stadio Vergione compaiono i karma fisici. Questo segno simboleggia anche le messi: raccoglie ciò che ha seminato nelle vite precedenti.

Il segno dei Pesci e della Vergine rappresentano il punto che permette di chiudere un ciclo ed aprirne uno nuovo. La Vergine indica la fine della prima metà del cerchio, quello materiale verso quello spirituale; dopo di lei la Bilancia inizia un nuovo semicerchio.

I nativi dello Scorpione sono giunti al punto acuto della loro crisi karmica, a causa della loro natura profonda. Indica la morte simbolica di certe abitudini karmiche, di certi attaccamenti che impediscono di andare avanti. Questa morte gli permetterà di andare avanti.

Nel caso del Cancro, tutta la vita è una continua meditazione sul passato, sulle origini; si identifica con il significato karmico della casa quarta, trovandosi immerso emotivamente nella sua vita precedente. Un attaccamento all'infanzia anteriore si traduce a volte in timore verso il progresso.

Astrologia Karmica: Introduzione

Il karma rappresenta il destino, le conseguenze di tutto ciò che abbiamo creato nelle esistenze precedenti; tutte le azioni che abbiamo fatto nel passato provocano in questa vita, o provocheranno in quella successiva, una reazione. Noi ci reincarniamo in quanto le conseguenze delle nostre azioni non sono state liquidate.

Per malattia Karmica si intende una malattia ereditata dalle vite precedenti: esiste un debito karmico verso gli altri oltre che verso se stessi (due cose che vanno di pari passo). Le entità scelgono di reincarnarsi allo stesso tempo di altre a cui hanno fatto torti in una vita precedente o con cui vogliono rivivere un'esperienza insieme.

Ermete Trismegisto riporta il seguente dialogo, tra Horus e sua madre Iside: "Le anime nascono maschi o femmine?" e la dea risponde: "Le anime hanno uguale natura; non esiste in loro la distinzione tra maschio e femmina, la distinzione avviene solo nel corpo incarnato."

La tradizione indiana invece è misogina. Secondo Buddha l'ultima incarnazione non può che essere maschile. L'incarnazione femminile è uno stato di decadenza in cui l'anima espia pesanti colpe del passato.

Allan Kardec, studioso francese di reincarnazione, ritiene che gli spiriti non regrediscano più verso forme animali. In India e in numerose comunità religiose si ammette la possibilità di reincarnarsi in un corpo animale oppure allo stato vegetale. Per il Buddisti questo regresso è la punizione a colpe di una vita precedente. Non conosciamo l'origine dell'anima umana: alcune tradizioni vogliono che essa abbia fatto un lunghissimo percorso attraverso diversi stati: minerale, vegetale, animale, per arrivare infine a quello umano e quindi allo stato angelico.

Le entità non si reincarnano immediatamente: talvolta possono passare secoli tra due vite successive. Alcune entità traumatizzate da un'esperienza violenta sembra non abbiano nessun entusiasmo a ripetere la prova umana. Per "gruppi karmici" si intende gruppi di entità, vissuti in una particolare epoca, che si reincarnano tutti insieme nello stesso periodo e luogo.

Lo studio di un tema natale non descrive solo il carattere, la fisicità, le malattie del corpo, gli squilibri della mente o le turbe emotive, ma da anche una risposta alle questioni fondamentali sull'esistenza, sull'utilità e le finalità della vita, sulla provenienza e sulla destinazione dell'uomo dopo la sua morte. Il tema natale rappresenta un'incarnazione, quella attuale, che è il risultato delle precedenti. Il tema natale, in particolare nel momento della morte, può dare indicazioni sulla prossima reincarnazione.

Noi stessi scegliamo, prima di nascere, le posizioni dei pianeti nei vari segni dello Zodiaco e il nostro stato astrale. Così come scegliamo la famiglia dove nascere. Ma, come affermato da S. Tommaso d'Aquino, la nostra volontà, una volta che ci siamo incarnati, è ben più potente di pianeti e segni.

I dodici segni rappresentano le dodici tappe di crescita spirituale, le dodici fasi della coscienza. Gli astrologi esoterici ritengono che le entità nel reincarnarsi percorrano lo zodiaco nel senso dei segni, cioè che esse s'incarnino ogni volta con il Sole e l'Ascendente del segno successivo a quello della vita precedente. Il segno sulla cuspide di ciascuna casa del tema natale designerà un'incarnazione passata, andando all'indietro, facendo così l'intero giro del cerchio zodiacale fino a ritornare al primo segno dello Zodiaco, l'Ariete. A volte il segno della cuspide della dodicesima casa definisce l'atmosfera generica della vita precedente, ma non il segno solare o l'ascendente.

Non bisogna mai perdere di vista l'equivalenza segni-pianeti-case.

Il maestro della dodicesima casa ha molto da raccontare sulla vita precedente di una persona: occorrerà studiare il segno, la casa e gli aspetti che lo coinvolgono. Il segno che è sulla cuspide della dodicesima descriverà l'ultima incarnazione importante, che non deve essere necessariamente l'ultima, o il karma più pesante che ha spinto all'incarnazione attuale.

10 giugno 2008

Punto di Talete





Leggendo un articolo di Grazia Bordoni ho scoperto questa interessante configurazione astrale, chiamata dal suo gruppo di studi Punto di Talete, che si è rivelata utilissima nella soluzione di alcuni temi natale. Considerati due pianeti A e B tra di loro in opposizione, si definisce Punto di Talete un terzo pianeta C che formi aspetto di sestile e di trigono con A e B. Il pianeta C, pur essendo sostenuto da due aspetti armonici, in questo caso “scaricherà” su di sé l’opposizione degli altri due pianeti, rivelandosi quindi come un punto negativo del tema. La cosa insolita è che il legame tra i due pianeti opposti avviene tramite aspetti positivi, rivelandosi poi "negativi". Approfitto di una sua immagine per visualizzare questa configurazione.
Per approfondimenti rimando a questo sito.