24 aprile 2008

Segni in XII casa



Casa dodicesima in Ariete: il segno è troppo vitale e semplicistico, per inserirsi positivamente, in una casa che indica grandi complessità mentali e distacco dal contingente. Tendenziale ribellione alle costrizioni della VI, volontà di svolgere un lavoro indipendente; confuso e acuto timore dell’aldilà. Rischi di aggressività sconsiderata in situazioni di emergenza, paura della solitudine.

Toro: segno pacato e realista non si presta a grandi voli di fantasia speculativa suggeriti da Nettuno e Luna, ma come i Pesci, ha il bonario Giove. Tendenza a dare soluzioni pratiche e dettate dal buon senso ai problemi dell’inconoscibile, buone possibilità per le professioni indipendenti organizzate nonostante l’opposizione alla VI. Forte timore della solitudine.

Gemelli: la ricerca del sublime e del distacco dal quotidiano possono essere favoriti da buone posizioni di Mercurio e Saturno, si adatta male alla solitudine, ha bisogno di pubblico davanti il quale recitare da protagonista. Tendenza a malinconie ricorrenti, riscattate dal senso dell’umorismo. Rischio di reazioni nevrotiche nelle situazioni cruciali e rimpianti per la giovinezza perduta.

Cancro: la Luna, crea un legame positivo che consente l’accettazione serena della solitudine e la curiosità verso l’ignoto o il sublime. Buoni valori lunari possono favorire il processo di meditazione che porta alla conquista del sublime. Stoicismo di fronte alle prove della vita, con sfumature rinunciatarie o masochiste. Rischi di angoscia passiva e rifiuto nevrotico del contingente della sesta.

Leone: un segno vitalistico che può suggerire un disprezzo per l’aldilà e l’inconoscibile, mentre la necessità di affermazione protagonista può imboccare vie inconsuete. Atteggiamento coraggioso e sprezzante di fronte alle prove della vita, sottovalutazione delle medesime. Insofferenza alla routine e al lavoro dipendente. Incapacità di adattamento alle circostanze avverse.

Vergine: in posizione opposta alla cosignificate; situazione di disagio che è più apparente che reale. Lo slancio verso il sublime viene minimizzato, contenuto nei limiti di una visione analitica e ironica. Distacco dal contingente può rivelarsi difficile mentre aumentano i timori dell’ignoto e delle malattie. Rischi di atteggiamento rinunciatario nelle difficoltà e ristrettezza mentale.

Bilancia: lo slancio verso il sublime e le speculazioni mentali proiettate verso l’ignoto hanno una impronta razionale, spesso rigoristica, con tendenza a compiere regolari bilanci della propria vita e del proprio operato. Il concetto di giustizia assume sfumature filosofiche e si manifesta in modo attivo. Rischi di incertezza e esitazione nelle situazioni difficili, dubbi logoranti per l’aldilà.

Scorpione: il segno, che ama segreti e cose nascoste, si trova a suo agio nella casa dei misteri dell’ignoto. Il distacco dal contingente e dal quotidiano è favorito dall’amore per il rischio e dall’attrazione che avverte per i problemi della morte. Rischi che il coraggio provocatorio si spinga troppo in là, portando il soggetto lontano dalla normalità.

Sagittario: l’ottimismo del segno si inserisce nella casa dando alla curiosità un carattere di fiduciosità e di candore. Le sfumature di angoscia vengono superate o racchiuse in schemi un po’ didascalici e a volte ingenui. Casa di chi vuole prove empiriche di fenomeni paranormali. Rischi di irrigidimento moralistico, di irrequietudine che non consente un sereno distacco dal contingente.

Capricorno: il distacco dal contingente viene operato con fredda razionalità che a volte sfocia in uno sfruttamento deliberato degli inferiori e dei dipendenti. Le forze di autodifesa scattano con deliberazione e con sfumature di opportunismo. Le situazioni difficili vengono catalogate e superate con lucidità. Rischi, con carenti valori affettivi, di un comportamento cinico e disincantato.

Aquario: la curiosità verso l’ignoto è intensa ma superficiale, stenta a fissarsi su un solo obiettivo, sorvolandone molti. Il distacco dal contingente e dal quotidiano è facilitato dalla diplomazia del segno che si avvale del lavoro altrui, senza assumere la parte dello sfruttatore. La sua duttilità pronta ad accogliere qualsiasi moda di pensiero è utilissima sul piano pratico ma raramente porta al sublime. Rischi di idealismi nebulosi o di falsi scopi umanitari.

Pesci: cosignificante. Perfetta o troppo intensa fusione dell’anelito verso l’infinito con le angosce che tentano di ricondurre l’Io verso l’aurea mediocrità della casa opposta. Favorisce un temperamento ansioso che il soggetto tenderà a soffocare, se l’ascendente è Ariete, al quale si abbandonerà trepidamente, se l’ascendente è Pesci. Può ispirare misticismo, come antidoto dei misteri dell’aldilà. Le difficoltà della vita vengono drammatizzate verbalmente e neutralizzate con abilità da un istinto di difesa dei propri comodi. Rischi di curiosità morbosa per l’abnorme.



Nessun commento: